Recitando SHAKESPEARE 3
MACB3TH

con Maurizio Salvalalio

coordina Emanuela Lo Re

E’ questo uno scalino su cui devo cadere o saltarlo, perché mi attraversa la strada.
Stelle, nascondete i vostri fuochi;
la luce non veda i miei desideri oscuri e segreti:
l’occhio si chiuda davanti alla mano;
e tuttavia compia quell’atto che l’occhio ha paura di guardare quando sia compiuto.
(Macbeth, Atto I, Scena 4)

Il senso dell’opera
Dopo Amleto e Re Lear, che ci hanno accompagnato nelle precedenti edizioni del corso, giungiamo a Macb3th e mi domando di fronte alla “malvagità” del protagonista: ….fino a che punto si ha il diritto di essere sé stessi?
Macb3th, o meglio La tragedia di Macbeth, per citare il titolo completo, è una delle più note e la più breve delle tragedie Shakesperiane. In questo titolo compare per scelta un 3 al posto di una “e” che ha un costante e continuo riferimento drammaturgico. 3 sono le streghe, 3 sono le Lady Macbeth, 3 sono le profezie, 3 sono i sicari, 3 sono i figli vittime della sete di potere di Macbeth, 3 sono i titoli che Macbeth conquista durante la sua vita, 3 sono le cose provocate dal vino a detta del portiere, l’unico momento in cui la leggerezza ha il sopravvento su una storia, cupa, sanguinaria e violenta. Macbeth è per eccellenza l’archetipo della brama di potere sfrenata e dei suoi pericoli. Una tragedia dominata da una costante presenza soprannaturale visibile solo agli occhi del protagonista, che rappresenta il suo lato più oscuro, più corrotto, più fragile. Accanto a lui Lady Macbeth, la diretta e umana personificazione del male, capace di rimuovere ogni dubbio, ogni esitazione, ogni ambiguità in Macbeth, solo apparentemente umano, troppo umano.

Il corso
Il corso è pensato per persone in età matura (a partire dai 40 anni) che abbiano il desiderio di provarsi e di sperimentarsi con un testo così potente sia dal punto di vista espressivo che di analisi del testo. Rimangono sempre valide le domande che caratterizzano la natura di questi seminari:
Cosa vuol dire “recitare”?
Come si può interpretare una battuta?
Che connessione c’è la nostra esperienza di vita e la battuta che incontro?

Per chi avesse già frequentato i precedenti seminari, la vera novità sarà l’incontro con un nuovo testo, a chiusura della questa trilogia shakespeariana da me proposta , e il rimettersi in gioco con maggiore consapevolezza.

Conduce il corso Maurizio Salvalalio, attore, regista, docente di recitazione.

Quando
Il corso si svolge il lunedì sera nelle seguenti date:
Lunedì 22 ottobre 2018
Lunedì 29 ottobre 2018
Lunedì 5 novembre 2018
Lunedì 12 novembre 2018
Lunedì 19 novembre 2018
Lunedì 26 novembre 2018

Dalle ore 20:15 alle 22:15

Sede SpazioMolteplice corso Plebisciti, 8 Milano

Partecipanti Minimo 8 – max 12 studenti

Costo € 200,00 comprensivi della quota annuale di associazione a SpazioMolteplice

L’attività è organizzata dall’Associazione SpazioMolteplice in collaborazione con la cooperativa sociale
Terrenuove e il Centro di Psicologia e Analisi Transazionale.

Coordina l’attività Emanuela Lo Re

Iscrizioni mail info@spaziomolteplice.it telefono 0270127021